Video interviste

Le testimonianze dei protagonisti

D.A.T.E. CALZATURE yoox grigio grigio grigio Camoscio e7c1d1

D.A.T.E. CALZATURE yoox grigio grigio grigio Camoscio e7c1d1

Dettagli prodotto

Fantasia:
Animalier
Materiale:
Camoscio
Gomma
Stile:
Classico
Colore:
Grigio
Tipo di chiusura:
Zip
Misura delle scarpe:
37
38

D.A.T.E. CALZATURE
Effetto scamosciato Logo Fantasia leopardata Zip Punta tonda Senza tacco Interno in tessuto Suola di gomma Contiene parti non tessili di origine animale.

Gianni Saporetti (1950 Forlì). Entrato a far parte, a 17 anni, del Circolo  Giovanile Forlivese, un'associazione a sfondo ricreativo-culturale che ha avuto un peso determinante nella genesi del Movimento Studentesco cittadino, diviene poi uno dei leader della contestazione. Nell'autunno 1969 è fra i fondatori di Lotta Continua in città e il suo più importante dirigente nel primo biennio. Nel  1971 lascia Forlì insieme ad altri militanti per svolgere lavoro politico a Taranto, nel corso del progetto di LC per estendere la sua penetrazione nel Mezzogiorno e vi rimane fino ad oltre lo scioglimento dell'organizzazione nel 1977. Nel 1991 è fra gli animatori, insieme ad altri ex militanti del movimento studentesco e di LC, della rivista "Una Città" (rivista mensile indipendente di politica e argomenti culturali e sociali) e  poi della Biblioteca G. Bianco e della Fondazione A. Lewin, che organizzano l'appuntamento annuale di storia "'900 Fest" che ha ormai oltrepassato la dimensione locale e che è ogni anno seguito da decine e decine di partecipanti.

.

Data creazione:11.05.2017

Luogo produzione/origine: Modena – Italia

Soggetto produttore / provenienza: Istituto per la Storia e le Memorie del '900 Parri – Emilia-Romagna

Compilazione: Maria Irene Venturi – 29.09.2017

Consistenza, supporto e formato: Schede SD, Full HD

Durata: 79'

Stato di conservazione:

  • Video: Buono
  • Audio: Buono

 

Descrizione ambiti e contenuto

Videointervista a Gianni Saporetti effettuata il giorno 11.05.2017 presso la Fondazione Alfred Lewin in via Duca Valentino 11 a Forlì

Note alla descrizione

Riprese effettuate con una telecamera fissa sull’intervistato

Sommario

L'intervistato descrive:

  • 00:05 considerazioni a posteriori sul ’68 e su motivi che hanno spinto a prenderne parte; nato nel 1950; gruppo di amici nato a scuola ma con provenienze sociali diverse; Corso della Repubblica come luogo di ritrovo dei giovani adolescenti; clima sociale maschilista e ferrea educazione cattolica; crea piccolo circolo culturale assieme a proprio gruppo
  • 03:47 importanza figura del prof. Lamberto Valli; nel circolo (messo in piedi grazie a Valli) si discute di attualità e ideali; clima post conciliare in Italia, guerra in Vietnam, fatti di Cuba e Che Guevara, prima manifestazione nel ’68 a fianco di FGCI e Gioventù studentesca in occasione attentato Bob Kennedy
  • 05:37 vacanze estive a Courmayeur con amici, episodio del litigio nefasto su Pantere Nere e uso violenza; riflessione su fascino della violenza; discorso su violenza è iniziale e consustanziale con il ’68
  • 08:46 partecipazione a movimento studentesco nascente; interrompe studi presso liceo scientifico; partecipa a numerosi scioperi; volantini e proteste durissime contro professori, occupazione istituto magistrale, episodio del ‘sequestro’ del preside in aula
  • 14:00 considerazioni su composizione società anni ’60, classismo, status symbol (denaro, influenza, donne) e diffusione nuovi valori; occupazione Salone Comunale; gruppo di amici che poi confluirà in Lotta Continua con Michele Colafato; componente passionale e irrazionale della lotta
  • 18:23 adesione a LC; partecipazione nel ’69 a prima riunione LC a Torino, successiva a lotte operaie in Fiat; incontro tra operai e studenti; partecipa a numerose occupazioni fabbriche e volantinaggi ad es. presso la Mangelli e la Becchi di Forlì; spessore dell’incontro umano con operai; amicizia con Osvaldo Piras
  • 25:18 episodio con suo padre davanti fabbrica Mangelli
  • 26:03 impegno politico quotidiano e totalizzante del gruppo di amici e compagni; riflessioni a posteriori su atteggiamento antagonista del movimento
  • 27:50 nuovi giovani si uniscono a LC Forlì; amicizia con Gabriele Giunchi;
    Proletari in Divisa; diffusa intraprendenza politica e civile; scontri con fascisti
  • 30:58 lascia città di Forlì e si trasferisce a Milano; con Massimo Tesei parte per il sud Italia (Napoli, poi Taranto) dove si fermerà per sette anni; importanza rapporti umani nel gruppo; ancora su fascino della violenza; forte presenza fascisti a Taranto Nuova contrastata da insediamento LC
  • 38:24 lotte operaie dentro polo Siderurgico; attriti tra LC e sindacati; valore dell’incontro con diversità sociale, culturale, economica; pentimento per mancati risultati e direzione presa da LC; tradimento nei cfr operai
  • 41:54 alienazione culturale e intellettuale dei militanti sua generazione, rapporto conflittuale con lettura; paragone con Anarchici; amicizia con Giorgio Calderoni e sua scelta di sfilarsi da LC
  • 45:40 aneddoti su dieci anni successivi; dopo scioglimento LC (congresso Rimini ’76) parte per leva militare a Milano nel ’77 dove trova molti compagni provenienti da altri movimenti; autocoscienza e condivisione riflessioni a posteriori sulle lotte; difficoltà reali dello smantellamento LC
  • 48:24 negli anni successivi fonda rivista ‘Una città’ assieme amici forlivesi; descrizione rivista, basata su interviste; nuovi contatti e amicizie; senso profondo trovato nell’impegno collettivo e nell’azione insieme ad altri
  • 51:11 autocritica necessaria su comunismo e uso violenza; responsabilità individuali dentro LC; episodio legato a omicidio Calabresi; sulle BR e culto della violenza nei movimenti
  • 57:23 ruolo circolo Valli nella sua formazione politica; sulla figura di Lamberto Valli e suo sostegno; ancora su anni a Taranto con LC
  • 1:01:30 ruolo di Bruno Giorgini, Michele Colafato e Luigi Mariucci nel suo iniziale coinvolgimento in LC
  • 1:03:36 temi che alimentavano movimento: ricerca di liberazione sul profilo culturale, appartenenza a processo collettivo, solidarietà internazionale, sacrificio per propri ideali; sull’autoritarismo a scuola e alleanza genitori-docenti
  • 1:02:20 iniziative nel periodo di militanza in LC a Forlì come attività di doposcuola a quartiere Ca’ Ossi e Mercatini rossi
  • 1:08:23 trasferimento a Taranto Vecchia e primo vero contatto con il sud; riflessione su libertà e violenza a Taranto, mito dell’Emilia Romagna
  • 1:11:14 sulla rivista ‘Una città’ e impegno parapolitico in esso; valore dell’intervista come strumento specifico di indagine sociale e culturale

 

 

PIERRE DARRé CALZATURE yoox neri Pelle,BLAUER CALZATURE yoox neri con tacco,CULT CALZATURE yoox Pelle,PUMA CALZATURE yoox bianco Sportivo,NIKE CALZATURE yoox grigio Camoscio,STEVE MADDEN CALZATURE yoox beige Classico,Salomon Running / Trail XA LITE,LOLA CRUZ CALZATURE yoox bianco Pelle,PUMA CALZATURE yoox neri ClassicoVANS CALZATURE yoox bianco Pelle,BERNIE MEV. CALZATURE yoox neri Classico2STAR CALZATURE yoox grigio PellePUMA CALZATURE yoox viola Classico,NEW BALANCE CALZATURE yoox grigio ClassicoPUMA CALZATURE yoox blu-marino Classico,SHOE GAME CALZATURE yoox beige Camoscio,TWO CON ME by PEPè CALZATURE yoox marroni Pelliccia,PANTONE UNIVERSE FOOTWEAR CALZATURE yoox neri con taccoVANS CALZATURE yoox neri con tacco,PUMA CALZATURE yoox grigio ClassicoNIKE CALZATURE yoox bianco Classico,PUMA CALZATURE yoox bianco Sportivo,Hispanitas Décolleté ANDROS spartoo-shoes beige Classico,CAMPER CALZATURE yoox blu-marino Camoscio,KUDETà CALZATURE yoox neri Pelle,NIKE CALZATURE yoox neri AutunnoUNDER ARMOUR CALZATURE yoox grigio Casual,CHIARA FERRAGNI CALZATURE yoox grigio Pelle,TWIN-SET Simona Barbieri CALZATURE yoox marroni Pelle,MOA MASTER OF ARTS CALZATURE yoox bianco Pelle,.

Supervisore/curatore: Federico Morgagni

Intervistatore: Federico Morgagni

Operatore: Gisella Gaspari


Contattaci!

Hai un fondo privato di materiale (fotografie, documenti, pellicole, ecc.) sul '68 in Emilia-Romagna?